Testo di Redazione Cook_inc.

The Fooders (Francesca Barreca e Marco Baccanelli) noi di Cook_inc. li teniamo d’occhio da un po’: abbiamo incominciato a conoscerli con Gabriele Stabile nella funny foto-romanzo Quelli di…Mazzo! (sottotitolata Con quelli di Mazzo non si scherza) su Cook_inc. 14; e poi abbiamo approfondito i loro progetti e “vita, morte e miracoli” con Lorenzo Sandano su Cook_inc. 23 nella long story The Fooders never say die – Mazzo è morto, viva Mazzo.

Gabriele Stabile per Cook_inc. 14

“Che Mazzo sarà?” gli aveva chiesto Lorenzo Sandano quando, con un party il 6 gennaio di quest’anno, hanno chiuso definitivamente il loro locale Mazzo in Via delle Rose 54.  Un po’ vaghi avevano risposto: “Non lavoriamo con un concept predefinito, dunque nulla è ancora scritto. Sicuramente il vecchio locale rimarrà vivo e probabilmente prenderà una forma inedita, preservando il nostro stile…”. Il vecchio Mazzo a brevissimo diventerà Legs un fast food in collaborazione con Emanuele Repetto e Giuseppe Ricciardulli che proporrà pollo fritto di Mazzo e birre di Artisan (ve ne parleremo molto meglio nelle prossime settimane). Ma questa è solo una piccola parte dei grandi progetti on going di Francesca e Marco. Avevano confessato a Lorenzo Sandano di aver bisogno di nuove esperienze e nuovi stimoli. Annunciando:  “Ci lanceremo in un tour di tappe itineranti – come in una sorta di tournée musicale – cucinando in successione in Italia, Europa e poi spingendoci oltre Oceano. Riprenderemo in mano anche il nostro format amarcord delle Underground Dinners, proiettate come rave-culinari in spazi inconsueti e segreti. Senza smettere mai di metterci alla prova, di sperimentare nuove metriche. Per infondere coerenza e continuità a quello che sarà il prossimo Mazzo”.

Alberto Blasetti per Cook_inc. 23

Ora, qualche mese dopo il nostro incontro, hanno finalmente svelato parte del tour planetario: Mazzo Invaders (questo il nome) che si fonda su un’idea di evoluzione, contaminazione e sviluppo di progetti legati al cibo, siano essi ristoranti, fast food intelligenti, pop-up, eventi o performances. Con questo progetto di cucina in viaggio, incontri, gioco, sperimentazione e formazione attraverseranno il mondo proponendo i loro piatti classici e nuove idee realizzate con le materie prime dei posti che visiteranno.

La tournée – che è partita da Roma qualche mese fa – ha già “invaso e sfamato” 7 città italiane (tra cui Milano, Catania, Cagliari, Bologna e Cividale del Friuli) e ha fatto tappa a Zurigo per un bizzarro after party. Ora è pronta ad affrontare il mondo partendo dall’Europa con date a Lisbona, Parigi, Londra e Barcellona, per poi attraversare gli oceani e arrivare in Giappone, Taiwan, Canada e Stati Uniti. Vi auguriamo di beccarli da qualche parte nel mondo.

Alberto Blasetti per Cook_inc. 23

Le tappe:

  • Dal 20 al 24 giugno li troverete in Portogallo da ONA, un pop up restaurant e hub di cuochi del mondo allestito sulla spiaggia di Costa da Caparica, a 15 minuti da Lisbona.
  • A luglio/ agosto faranno doppia tappa a Parigi: prima (dal 16 al 26 luglio) The Fooders saranno al TONTINE, il neo bistrot dai profumi asiatici dei fratelli Pham); poi il 4 agosto cucineranno da YARD (https://yard-restaurant.com) in un’unica (imperdibile) serata di cucina e Hip hop, insieme alla Tuff Kong Records con uno showcase di Alchemist e Mayhem Lauren.
  • Tra fine agosto e inizio settembre (27/08 al 7/9) invaderanno il CAROUSEL di Londra, un locale in cui cuochi di tutto il mondo si alternano ricreando un ristorante sui generis, eventi unici e workshop.
  • Fra settembre e ottobre – dal 20/9 al 8/10 – il tour proseguirà in diverse location in Giappone. La cucina di Mazzo approderà al nuovo hotel Muji di Ginza (Tokyo), al Cenci di Kyoto e in un tempio di Kamakura.
  • Il 19 novembre racconteranno sé stessi, la loro cucina e il tour sul palco di uno dei convegni di cucina spagnola più di ricerca e innovazione: il Forum Gastronomic di Barcellona.
  • Full immersion taiwanese a dicembre (dall’8/12 al 19/12) tra Taipei, Thaichung e Chiayi. Oltre a numerose cene in diversi locali profondamente legati alla cultura italiana (Solo Pasta, Guanzhi Yakiniku), confrontaranno lo stile della loro pasta con la tradizione locale, tra similitudini e contrasti.
  • Mazzo Invaders proseguirà nel 2020 con numerose “invasioni” oltreoceano, in Canada e Stati Uniti, ma le date non sono ancora state annunciate. Pertanto seguiteli su www.thefooders.it, instagram e facebooke attraverso l’hashtag ufficiale #mazzoinvaders.

“La cucina migra per natura e cresce per incontri e scambi, da sempre”. Concludono The Fooders: “Questo tour sta in mezzo tra quello che siamo stati e quello che saremo: prima cuochi itineranti ideatori di eventi sul cibo, poi imprenditori e chef di un vero ristorante, oggi chef che fanno un lungo viaggio per dare nuova linfa al ristorante che verrà, con l’odore delle origini e un upgrade in più”. Alla fine del tour – nel 2020 – Francesca e Marco torneranno in Italia e creeranno il nuovo Mazzo, dove e come non si sa. Certo è che sarà arricchito di tutte le esperienze di Mazzo Invaders; e noi ve lo racconteremo.

Lorenzo Sandano in smoking per Cook_inc.

www.thefooders.it